Stagione teatrale

Tre secoli di musica d’organo tra Italia e Germania

01-05-2022.jpg

domenica 1 Maggio 2022

17:30

Chiesa di San Bartolomeo

ANTIQUA VOX 2022

Gabriele Giacomelli, organo

Giovanni Battista Ferrini (C. 1600 – 1674)
Aria di Fiorenza

Giovanni Picchi (1571 – 1643)
Padoana ditta la Ongara

Domenico Zipoli (1688 – 1726)
Postcomunio Folias (da un manoscritto dell’Archivo Musical de Chiquitos, Concépcion, Bolivia, attribuzione incerta)

Georg Friedrich Haendel (1685 – 1759)
Adagio dalla Suite II in Fa maggiore

Giovanni Battista Pescetti (1704 – 1766)
Sonata in Do minore (Allegro, Moderato, Presto)

Anonimo (inizi del sec. XIX)
da un manoscritto dell’Archivio della Cattedrale di S. Maria del Fiore di Firenze Elevazione in Si bemolle maggiore

Luigi Boccherini (1743 – 1805)
Minuetto dal Quintetto per archi op. 11 n. 5 (elaborazione per organo di Ch. Sennett)

Ludwig Van Beethoven (1770 – 1827)
Adagio dalla Suite per organo a cilindro

Giuseppe Verdi (1813 – 1901)
Offertorio (elaborazione per organo di C. Fumagalli da I vespri siciliani)

Il programma è concepito per mettere in luce le caratteristiche timbriche dell’organo di Solomeo, offrendo una varietà di autori e di stili.

Dalle variazioni sulla musica di corte di Ferrini e Picchi si passa a un’affascinante Folias sudamericana attribuibile a Zipoli.

Passando per un cantabile Adagio haendeliano e una bella Sonata di Pescetti si entra nell’epoca neoclassica con una lirica Elevazione di anonimo fiorentino, cui seguono il celebre Minuetto di Boccherini (ben adattabile anche all’organo) e uno splendido Adagio di Beethoven, per concludere nel segno del Romanticismo risorgimentale con una rielaborazione organistica dei Vespri siciliani di Verdi.

Il Sito utilizza cookies analitici e di profilazione, anche di terze parti, quali l’incrocio tra informazioni raccolte attraverso diverse funzionalità del sito, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti utili ad inviargli messaggi promozionali in linea con le loro preferenze manifestate durante la navigazione in rete. Se vuoi saperne di più clicca qui.
Se prosegui nella navigazione mediante l’accesso ad altra area del sito o selezionando un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link), manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.